La fantascienza pulp di Andre Norton: The People of the Crater (1947)

Trovo interessante come i normali utenti di Internet considerino siti come Gutenberg e Google Books luoghi d’archivio, dove silenziose entità digitali depositano volumi ammuffiti. Come le biblioteche, anche il loro equivalente in rete sono soggette a fraintendimenti, spesso con l’assurdo di utenti che scelgono di comprare o direttamente piratare testi che reputano introvabili – quando in realtà sono legalmente disponibili … Continue reading

Recensione: “I parassiti della mente” (The Mind Parasites, 1967) di Colin Wilson

Nello spazio viene trovata un’astronave alla deriva, in buone condizioni ma abbandonata dall’equipaggio. In Asia Minore due archeologi rinvengono i resti di una città ciclopica e sconosciuta che risale all’alba del tempo e che battezzano Kadath. Intanto, un esperto di psicologia industriale si è suicidato lasciando un misterioso messaggio: “Sono convinto che il genere umano sia stato attaccato da una … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Svegliatevi, dormienti” | “Vedere un altro orizzonte” (The Crack in Space, 1966)

Non ci occupiamo stavolta del romanzo più noto di Dick, ma sicuramente di uno piuttosto interessante The Crack in Space (“la crepa o fessura nello spazio”; il manoscritto era intitolato Cantata 140, come il racconto che costituisce la prima parte del romanzo – cantata di Bach, ovviamente, compositore amatissimo da Phil). Uscito in America nel 1966, Urania lo snobba cosicché … Continue reading

Recensione: Time Deal (2017) di Leonardo Patrignani

Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città … Continue reading

Recensione: Star Man’s Son, 2250 A.D. (1954) di Andre Norton

In seguito a un olocausto nucleare negli anni ’50, che ha trasformato gli States in una landa desolata e radioattiva, i sopravvissuti si sono organizzati in bande tribali, perseguendo ciascuno un diverso stile di vita. La tribù degli Eyrie risiede da secoli sulle montagne: gli schiavi e gli infermi gestiscono le colture idroponiche, mentre gli uomini più abili percorrono le … Continue reading

Recensione: “L’orrenda tana” (Lair, 1979) di James Herbert

James Herbert, il noto specialista di Ratti oltre che padre di una micidiale Nebbia (Urania 702) e di un mostruoso Superstite (Urania 724), ritorna in questo romanzo con una carica di orrore forse mai raggiunta in tutta la storia della fantascienza-horror: un orrore tanto più sconvolgente quanto più sostanzialmente verosimile. Titolo: L’orrenda tana | Titolo originale: Lair, 1979 | Autore: … Continue reading

Recensione: “I riti dell’infinito” (The Rituals of Infinity, 1971) di Michael Moorcock

(The Rituals of Infinity, 1971) Nel subspazio, la Terra non è un pianeta unico. Esistono quindici mondi esattamente identici, anche se tutti hanno subito una mutazione. Quando appaiono le misteriose squadre D, quando si verifica una Situazione di Materia Instabile, nessuno può prevedere quello che accadrà tranne il professor Faustaff. Col suo gruppo di uomini, Faustaff viaggia tra una Terra … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Il Dottor Futuro” (Dr. Futurity, 1960)

Quando si chiede agli appassionati di Dick qual è il suo peggior romanzo, le risposte sono sempre due: Vulcano 3 e Dottor Futuro. Effettivamente sono due ciambelle uscite senza il buco. Il secondo, che originariamente era intitolato Dr. Futurity, venne pubblicato in Italia solo tre anni dopo (su Galassia). A tutti gli effetti è l’espansione del racconto lungo “Time Pawn” … Continue reading

Distopie e Apocalissi Italiane del XXI Secolo: “La fine dei giorni” (2008) di Alessandro De Roma

A Torino, nel condominio dell’insegnante Giovanni Ceresa sparisce l’anziano signor Baratti. Nessuno pare interessarsi alla cosa. La portinaia signora Costanza continua normalmente la sua vita quotidiana; Winnie, l’affascinate e misterioso vicino d’appartamento di Giovanni, sostiene addirittura che nel palazzo non è mai esistito un signor Baratti. Tutti stanno perdendo la memoria? La lotta del professor Ceresa contro la malattia sta … Continue reading

Recensione: “Il collasso dell’impero” (The Collapsing Empire, 2017) di John Scalzi

Le leggi della fisica che governano il mondo sono destinate a essere riscritte. Una scoperta sensazionale – il Flusso – ha cambiato per sempre la concezione spazio-temporale dell’universo, aprendo al progresso scenari inimmaginabili. Assecondando il Flusso, gli esseri umani sono ora in grado di raggiungere pianeti e stelle lontani anni luce, creare reti tra mondi remoti ma interdipendenti, costruire un … Continue reading