E Jones creò il mondo | Il mondo che Jones creò (The World Jones Made, 1956)

Questa volta torniamo agli anni Cinquanta, quando Dick era un giovane autore di belle speranze e non aveva ancora vinto l’Hugo. Fu nel 1956 che pubblicò The World Jones Made in uno degli Ace Double, quei volumetti assolutamente pulp che più pulp non si può, che usciva con due romanzi alla volta stampati rispettivamente al contrario (e se il manoscritto … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Redenzione immorale” (The Man Who Japed, 1956)

Per cominciare, due parole sul titolo: quando esce negli Stati Uniti nel 1956 questo romanzo si chiama The Man Who Japed, cioè “l’uomo che scherzava”. Praticamente è l’unico romanzo di Dick il cui titolo sia rimasto (in inglese) lo stesso che l’autore aveva proposto alla casa editrice. Poi però, quando esce in Italia nel 1964 per i tipi dell’editore La … Continue reading

Film: “Rodan, il mostro alato” (空の大怪獣 ラドン Sora no daikaijū Radon, 1956) diretto da Ishiro Honda

Questa scheda di approfondimento è legata al podcast di FantaSCIentiFIcast “Un raktajino con il kaiju – FantascientifiCast 004” che potete ascoltare cliccando QUI Dopo Godzilla, ecco il secondo kaiju eiga diretto da Ishiro Honda, una pellicola molto diversa dalle due che l’hanno preceduta. Vengono abbandonati gli schemi classici del film di science fiction tradizionale e il tono è più intimista. … Continue reading

Introduzioni Cosmo Oro: “Gli amaranto | Stato sociale: Amaranto” (To Live Forever, 1956) di Jack Vance

Introduzione di Sandro Pergameno al volume GLI AMARANTO (Stato sociale: Amaranto) di Jack Vance COSMO – CLASSICI DELLA FANTASCIENZA – Volume n.49 (Settembre 1981) To Live Forever (Gli Amaranto), del 1956, è il primo romanzo di un certo impegno scritto da Vance. Nel 1956, quando la Ballantine pubblicò To Live Forever direttamente in pocket, Vance aveva già al suo attivo … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “La Città Sostituita” (A Glass of Darkness | The Cosmic Puppets, 1956/57)

Ci sono libri sfortunati, e questa volta voglio occuparmi di uno di essi. Non uno dei romanzi più noti di Dick, ma un’opera minore. Che poi secondo me tanto minore non è; il vero problema è che questa Città sostituita non è assolutamente fantascientifica, ma appartiene al genere fantasy – beninteso, non quello eroico di Tolkien, non Trono di spade, … Continue reading

I Classici della SF: “La Tigre della Notte” (The Stars My Destination | Tiger! Tiger!, 1956) di Alfred Bester

Gulliver Foyle non è nessuno. Il perfetto ritratto del bestione grosso di corpo e piccolo di ambizione e voglia di emergere, l’uomo comune. Un nessuno alla deriva. Intrappolato in un relitto spaziale alla deriva in un punto imprecisato fra Saturno e Giove. In lotta monotona e costante per sopravvivere alla mancanza d’aria, al cibo sempre più scarso. Perfino ai continui … Continue reading