Recensione: “Yokufina” (2016) di Nino Martino

Recensione di Mario Luca MorettiyokufinaIl futuro è un mondo migliore: si mangiano solo prodotti genuini, le auto elettriche ronzano per le strade e lavare i piatti non è mai stato così facile ed economico. Questo grazie a Yokufina, il detergente rivoluzionario che fa brillare le stoviglie senza dispendio di energia. C’è solo un effetto collaterale che la multinazionale produttrice ha occultato, una terribile verità di cui vengono a conoscenza due giornalisti per diletto. Decisi a rivelare la scoperta, si troveranno catapultati in situazioni ai limiti dell’assurdo e a scontrarsi con nemici surreali e ben poco raccomandabili.

Titolo: Yokufina | Autore: Nino Martino | Racconto lungo | Pagine: 41 | Editore: Delos | Collana: Futuro presente volume 1 | Formato: eBook | Prezzo: 1,99€

Carlo e Roberto sono due amici, grandi esperti di informatica e blogger specializzati in inchieste giornalistiche, e inaugurano un nuovo sistema operativo per la loro postazione internet. Siano in un futuro prossimo, dove vige la “democrazia perfetta”, ovvero una dittatura soft, eletta dal popolo, e dove le corporazioni riescono a realizzare tante mini estorsioni legalizzate ai consumatori. I due amici scoprono che il rivoluzionario detersivo iperecologico della Yukofina, azienda leader, causa tumori all’intestino. Pubblicano i risultati dei loro studi, ma scopriranno sulla loro pelle cosa vuol dire mettersi contro una potenza economica al tempo della globalizzazione e del liberismo burocratizzato.

Nino Martino, fisico genovese, torna a scrivere fantascienza dopo esordi giovanili che risalgono agli anni ’60 e una carriera dedicata all’insegnamento e alla divulgazione scientifica.

Yokufina è un racconto che mostra acume e ironia nel descrivere una società che, dal punto di vista politico ed economico, altro non è che l’estremizzazione di quella attuale. Martino infila una serie di sketch gustosi e allo stesso tempo inquietanti nel descrivere manipolazioni mediatiche, mini-truffe legalizzate, ossessioni pseudo ecologiche artefatte e strumentalizzate, bufale web organizzate. Roberto è il narratore in prima persona e il principale merito del racconto è l’immedesimazione del lettore nel vedere la propria vita attaccata in mille, perfidi modi a seguito delle rivelazioni sue e di Carlo.

Ma al di là dell’efficacia dei bozzetti e delle situazioni, il racconto non offre molto di più. Se l’analisi è attenta e il messaggio forte e chiaro, i personaggi sono bidimensionali e una vera trama non decolla, e il suo stile bozzettistico finisce con l’essere una forza nei singoli momenti, ma una debolezza nell’insieme. Rimane comunque una lettura stimolante e intelligente, frutto senz’altro di una profonda conoscenza degli argomenti che affronta.

Mario Luca Moretti

L’AUTORE

Nino Martino è cresciuto a Genova, dove si è laureato in Fisica. Docente di matematica e fisica, ha vissuto e lavorato a Milano, Lipari e Cagliari. Negli anni Sessanta ha pubblicato racconti di fantascienza sulle riviste Oltre il cielo, Galaxy e Galassia; ha poi co-fondato e co-diretto due riviste: Il Gioco della materia e delle idee per il dipartimento di Fisica di Genova e Asterischi di Fisica a Cagliari. Ha pubblicato il saggio Educazione scientifica e curricolo verticale (2015) e dirige il sito La Natura delle Cose, dove pubblica i suoi lavori assieme a un gruppo di scienziati, filosofi e critici letterari. Attualmente in pensione, continua la sua attività di formatore per insegnanti ed è tornato a dedicarsi alla sua grande passione: la fantascienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*