Rappaccini, lo scienziato pazzo di Nathaniel Hawthorne

C’è un racconto di carattere nero dello scrittore statunitense Nathaniel Hawthorne, “La figlia di Rappaccini” (Rappaccini’s Daughter, 1844, in seguito comparso nella raccolta Muschi da una vecchia canonica, Mosses from an Old Manse, 1846), anticipatore del genere letterario fantascientifico, una storia senz’altro conosciuta dagli amanti della letteratura fantastica, dove in questo caso per fantastico intendo un’idea fuori dall’ordinario sviluppata su … Continue reading