Speciale P.K.Dick – “L’androide Abramo Lincoln” (We Can Build You, 1972)

La storia di questo romanzo è piuttosto complicata. Dopo aver visitato Disneyland e assistito a una ricostruzione della Guerra Civile (quella che da noi chiamiamo Guerra di secessione, combattuta tra gli stati del Sud che volevano lasciare l’Unione e quelli del nord che non accettavano questa decisione), Dick pensò di scrivere un romanzo che pur essendo fantascientifico, lo fosse in … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Occhio nel cielo” (Eye in the Sky, 1957)

Eye in the Sky, pubblicato in America nel 1957, uscì solo due anni dopo su Urania (era prima dell’era Fruttero & Lucentini e dell’insensato bando contro Philip K. Dick decretato dai due dioscuri) con l’articolo; oggi Fanucci lo stampa senza, ma il titolo rimane sempre quello. La storia è presto detta: a causa di un incidente in un laboratorio nucleare, … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Illusione di potere” (Now Wait for Last Year, 1966)

Un altro romanzo che non si fece attendere troppo: uscito in America nel 1967 come Now Wait For Last Year (“adesso aspetta l’anno scorso” titolo assolutamente giusto, come si vedrà), divenne Illusione di potere da noi, titolo alquanto scialbo e anche fuorviante; e uscì solo quattro anni dopo la pubblicazione negli Stati Uniti, per i tipi della grande editrice Nord … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Vulcano 3” (Vulcan’s Hammer, 1960)

Non tutte le ciambelle riescono col buco, e questo vale anche per un autore come Dick che sfornava, specie negli anni Sessanta, un romanzo dopo l’altro senza mai riprendere fiato. Questo Vulcan’s Hammer è l’esempio perfetto, e dire che (caso raro) uscì in Italia e in America lo stesso anno, il 1960. A leggerlo ci vuole un esperto per capire … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “In senso inverso” | “Redivivi S.p.A.” | “Ritorno dall’aldilà” (Counter-clock World, 1967)

Ricordo ancora che quando la traduzione italiana di Counter-Clock World venne ripubblicata da Fanucci, poco dopo il 2000, essa venne letta e commentata anche da Toni Negri. Il romanzo in realtà non era affatto una novità; uscito in America nel 1967, era stato tradotto la prima volta in italiano nel 1972. Attinge, come altri romanzi del nostro, da un racconto, … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “I simulacri” (The Simulacra, 1964)

The Simulacra esce in America nel 1964, in un periodo di autentica iperproduttività per Dick, che all’epoca consumava anfetamine in quantità per reggere ritmi forsennati. Non a caso il romanzo nasce cannibalizzando un racconto uscito nello stesso anno, “Uno show originale”. Da noi viene tradotto assai presto, uscendo l’anno dopo. Dei Simulacri un conoscitore profondo dell’opera di Dick come Andrew … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “I nostri amici di Frolix 8” (Our Friends from Frolix 8, 1970)

Certe volte l’editoria italiana recepiva rapidamente i romanzi di Dick. Questo va a onore di chi all’epoca gestiva Galassia, che nel 1972 pubblicò I nostri amici di Frolix 8, anche noto come Nostri amici di Frolix 8 (in entrambi le traduzioni si perde l’allitterazione del titolo originale, Our Friends From Frolix 8, ma insomma non si può avere tutto). Il … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Noi marziani” (Martian Time-Slip, 1964)

Effettivamente capisco l’editrice Nord, quando nel 1973, pubblicando la prima traduzione italiana di questo romanzo, decise di non intitolarlo Slittamento temporale marziano (questa la traduzione letterale di Martian Time-Slip) bensì Noi marziani. Tra l’altro, non facevano altro che usare il titolo di un precedente racconto di Dick, “All We Marsmen” (pubblicato su Worlds of Tomorrow nel 1963), dal quale lo … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Ubik” (Ubik, 1969)

Una piccola considerazione d’apertura: questo sicuramente è il romanzo di Dick il cui titolo è venuto meglio nella traduzione italiana. (Si fosse limitato sempre a titoli di una parola sola…) E ora un aneddoto. Quando, nel 1975, la rivista accademica Science-Fiction Studies pubblicò un numero speciale su Dick e le sue opere, lo scrittore da un lato era terrorizzato, perché … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “La trasmigrazione di Timothy Archer” (The Transmigration of Timothy Archer, 1982)

Una volta tanto, il titolo è la traduzione letterale dell’originale The Transmigration of Timothy Archer. Esce in America nel 1982, e da noi solo undici anni dopo. La ragione è presto detta: non è un romanzo di fantascienza. Al limite (molto al limite!) è fantasy, ma non di quello eroico alla Tolkien. Soprannaturale, forse, ma certo non una cosa che … Continue reading