Introduzioni Cosmo Oro: “Le armi di Isher” (The Weapon Shops of Isher, 1942 – The Weapon Makers, 1946) di Alfred E.Van Vogt

Introduzione di Riccardo Valla al volume LE ARMI DI ISHER di Alfred E.Van Vogt COSMO – CLASSICI DELLA FANTASCIENZA – Volume n. 33 (Giugno 1978) Il volume che presentiamo comprende l’intero ciclo dei «Fabbricanti d’Armi di Isher»: il primo romanzo, The Weapon Shops of Isher, apparso nella stesura definitiva nel 1951, e il secondo, The Weapon Makers, del 1952. Si … Continue reading

Fantacitazioni: JAMES PATRICK KELLY “Mr. Boy” (IASFM, 1990)

«Stiamo andando da qualche parte, Mr. Boy?». Tree mi strizzò la mano. «O ce ne andiamo soltanto in giro nel buio?» «Mr. Boy è un nome dannatamente stupido, non trovi?». Risi. «Chiamami Pete». Mi sembrava di essere tornato ragazzo. JAMES PATRICK KELLY “Mr. Boy” (IASFM, 1990) Copertina di Mauro De Luca Mini rubrica a cura di Pietro Argenti

Edicola – Urania Maggio 2017

Urania Collana 1642 – Domani il mondo cambierà Il mito di Atlantide, i vari Diluvi rappresentati nella Bibbia e al cinema ci hanno insegnato che maree travolgenti possono cambiare il mondo, spazzando la civiltà faticosamente costruita dai suoi colonizzatori. Nel caso di un pianeta esterno al sistema solare, e che subisce periodicamente drammatici mutamenti nel clima, il flagello può essere … Continue reading

La fantascienza delle donne: “Il Racconto dell’Ancella” (The Handmaid’s Tale, 1984) di Margaret Atwood – serie e curiosità

Ultimamente si è ripreso a parlare molto del romanzo di Margaret Atwood “Il Racconto dell’ancella”. Come mai? Forse perché la scrittrice ha preso posizione contro Donald Trump, come molte sue colleghe, riservandogli parole non molto benevole ma molto citate? “È un soggetto inesauribile. Perché non hai mai idea di cosa farà. O di cosa può succedere. . […] Certo, una … Continue reading

Fantacitazioni: POUL ANDERSON “Quella luce” (The Light, 1957 Galaxy)

La roccia era azzurrognola, nella luce irradiata dalla Terra. La sua superficie piatta era offerta al chiarore proveniente dal nostro pianeta. E incisa su quella superficie di pietra, c’era una croce. Dimenticai il tempo che passava inesorabile, dimenticai il freddo. Rimasi lì, a pensare, e mi chiesi se poteva essere una semplice coincidenza, oppure su Marte, su qualche altro pianeta, … Continue reading

Le cronistorie: LA TRILOGIA DI DURDANE (Durdane Series) di Jack Vance

Un’altra breve saga è quella di Durdane, pure questa composta solamente da tre romanzi. Eccovi la cronistoria: 1 – The Anome: Dell, March 1973; ISBN #0441; $ 0.95; pg. 224 – aka The Faceless Man del 1978. Apparso originariamente in due puntate con il titolo di The Faceless Man su: The Magazine of Fantasy and Science Fiction, February 1971; ed. … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Redenzione immorale” (The Man Who Japed, 1956)

Per cominciare, due parole sul titolo: quando esce negli Stati Uniti nel 1956 questo romanzo si chiama The Man Who Japed, cioè “l’uomo che scherzava”. Praticamente è l’unico romanzo di Dick il cui titolo sia rimasto (in inglese) lo stesso che l’autore aveva proposto alla casa editrice. Poi però, quando esce in Italia nel 1964 per i tipi dell’editore La … Continue reading

I Classici della SF: “Crociata spaziale” (The High Crusade, 1960) di Poul Anderson

Nel 1345, Sir Roger, Barone de Tourneville, si sta preparando per unirsi al suo re nella guerra contro la Francia quando nelle vicinanze del villaggio inglese di Ansby atterra un’astronave aliena. Si tratta di una nave scout Wersgorix il cui equipaggio si aspetta di terrorizzare i primitivi terrestri. In realtà, la paura spinge gli umani ad attaccare gli alieni, uccidendone … Continue reading

Fantacitazioni: EDMUND COOPER “Uomini e androidi” (The Uncertain Midnight, 1958)

“La polemica è vecchia e durerà probabilmente ancora per secoli: l’uomo per essere felice, ha bisogno di un sistema sociale stabile; ogni sistema sociale stabile tende a diventare narcotizzante, soffocante, oppressivo; l’uomo deve delegare alle macchine tutte le attività manuali, e dedicarsi liberamente ai piaceri dello spirito e (perchè no?) della carne; tempo libero illimitato significa noia illimitata, la gente … Continue reading

Recensione: “La signora degli scarafaggi” & “La stanza vuota” (Fun With Your New Head, 1968 & Getting into death and other stories, 1976) di Thomas Disch

“Appassionati di fs tecnologica o space opera astengansi”. Tra un “Micronauti in giardino” e “Gli uomini di Vroob”, Urania nel ’78 riusciva a presentare una doppia antologia di uno degli autori più “difficili” della fantascienza, fino ad allora monopolio di Galassia nella gestione Curtoni-Montanari (ma Urania aveva già pubblicato il suo ottimo romanzo d’esordio, “Gomorra e dintorni”). L’accoppiamento dell’antologia di … Continue reading