Fantacitazioni: EDMUND COOPER “Uomini e androidi” (The Uncertain Midnight, 1958)

Uomini e androidiLa polemica è vecchia e durerà probabilmente ancora per secoli: l’uomo per essere felice, ha bisogno di un sistema sociale stabile; ogni sistema sociale stabile tende a diventare narcotizzante, soffocante, oppressivo; l’uomo deve delegare alle macchine tutte le attività manuali, e dedicarsi liberamente ai piaceri dello spirito e (perchè no?) della carne; tempo libero illimitato significa noia illimitata, la gente regredirebbe a un livello infantile, o impazzirebbe; quando l’elettronica ci avrà finalmente dato dei robot perfetti, risolveremo tutti i nostri problemi; al contrario, è proprio allora che i veri problemi cominceranno. John Markham, un uomo del nostro tempo, viene a trovarsi in una Londra futura e repubblicana, dove questo conflitto è giunto ormai al punto di rottura. E dovrà fare la sua scelta.”

EDMUND COOPER Uomini e androidi (The Uncertain Midnight, 1958)
Classici Fantascienza 37 4/1980
Copertina di Karel Thole

Mini rubrica a cura di Pietro Argenti

One thought on “Fantacitazioni: EDMUND COOPER “Uomini e androidi” (The Uncertain Midnight, 1958)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*