Edicola – Urania Settembre 2017

Urania Collana 1646 – Il razzo a orologeria

img_0020In un remoto universo dove le leggi fisiche sono completamente diverse, ruota il pianeta su cui vive Yalda, aliena mutaforma con “generalmente sei membra simmetriche”, occhi sul davanti come sul retro della testa e in grado di emettere luce. Poiché in quell’universo la luce non ha velocità unifome e la sua generazione produce calore, Yalda è decisamente una creatura calda, ma l’ambiente si fa ancora più scottante quando cominciano a piovere gli stellanti, sorta di meteore roventi e distruttive. Il popolo di Yalda ha una tecnologia piuttosto arretrata, ma per reagire al pericolo decide di inviare nello spazio un razzo meccanico che raggiunga altri mondi e importi la scienza più avanzata. Il viaggio richiederebbe intere generazioni (tempo soggettivo sul razzo) ma solo pochi anni di tempo planetario e così la missione viene varata… Le altre sorprese di questo stupefacente romanzo sono all’interno del volume, che segna il ritorno di Greg Egan sulle pagine di “Urania”.

GREG EGAN Il più famoso scrittore australiano di sf è nato a Perth nel 1961. È ritenuto uno degli autori scientifici meglio preparati e i suoi romanzi sono vere e proprie avventure ai limiti della conoscenza. Di lui “Urania” ha già pubblicato Distress (1995, n. 1437), Axiomatic (1995, n. 1470), Diaspora (1997, n. 1460), i racconti di Luminous (1998, n. 1412) e La scala di Schild (prima ed. 2002, n. 1490). Il razzo a orologeria (The Clockwork Rocket) è uscito in inglese nel 2011.

———————————————————-

Urania Collezione 176: Sabbie, tempeste e pietre preziose

img_0021Casher O’Neill è un avventuriero del cosmo con i suoi buoni motivi: trovare la gemma grazie alla quale potrà tornare sul mondo originario e fare giustizia dei soprusi subiti dal suo popolo. Per ottenere la gemma dovrà superare tre prove che consistono nella discesa su tre diversi pianeti. Ma il Mondo delle Gemme, delle Tempeste e delle Sabbie sono luoghi gelosi: Casher lo scoprirà a sue spese in questa triplice avventura, uno dei capolavori di Cordwainer Smith e di tutta la fantascienza americana.

CORDWAINER SMITH Pseudonimo di Paul Linebarger (1913-’66), scrisse il suo romanzo più noto, Norstrilia, all’inizio degli anni Sessanta (lo abbiamo ripubblicato in questa collana nel 2010, n. 86). Giudicato troppo lungo dagli editori dell’epoca, fu spezzato in due romanzi più brevi che uscirono separatamente anche in Italia: L’uomo che comprò la Terra (The Planet Buyer, 1964) e L’uomo che regalò la Terra (The Underpeople, 1968). Solo nel 1975 fu preparata la prima edizione del libro come Smith l’aveva intesa, cioè in volume unico. Molti suoi racconti fanno parte del ciclo della Strumentalità dell’uomo; Sabbie, tempeste e pietre preziose (Quest of the Three Worlds, 1966) raccoglie in un sol volume On the Gem Planet, 1963; On the Storm Planet, 1965; e On the Sand Planet, 1965.

All’interno, il racconto “Diversamente vivi” di Valeria Barbera.

———————————————————-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*