Edicola – Urania Aprile 2017

Urania Collana 1641 – Senza luce

COP_urania_1641.cover_Il sistema solare è controllato dai militari. Diecimila miliardi di chilometri, da qui alla nube di Oort, attraversati dagli oggetti più massicci fino a quelli più sfuggenti e pattugliati dalle unità della marina. Ma i problemi sulle astronavi si sono moltiplicati: lo vedranno i lettori di questo romanzo, ambientato su una nave che porta il nome dell’antica dea del destino, Ananke. I sistemi di controllo hanno appena scoperto la presenza a bordo di due clandestini e per sapere cosa vogliono bisognerà stanarli. Il sospetto che si tratti di terroristi è più che fondato; l’ingegnere di bordo, Althea, è una donna che vive in stretta sintonia con l’intelligenza di Ananke. Preferisce la sua compagnia a quella degli esseri umani e grazie a questo sta per fare una scoperta del tutto inattesa. La faccenda riguarda Ivan, il primo clandestino, e la sua familiarità con i meandri dell’astronave. E intanto qualcosa si muove sullo sfondo: l’ombra (o il primo barlume) di un risveglio di coscienza.

C.A.HigginsC.A. HIGGINS Laureata in fisica, traduce dal latino e ha lavorato in teatro. Higgins ha avuto l’idea che si sarebbe trasformata nel suo primo romanzo, Lightless (2015), durante una lezione di fisica: rifletteva sull’entropia e la morte termica dell’universo.

———————————————————-

Urania Collezione 171: Il pianeta dimenticato

COP_urania_coll_171.cover_C’è chi dice che i ragni larghi come ruote di bicicletta e le vespe lunghe come sacche di aspirapolvere hanno fatto il loro tempo; in realtà, qualsiasi tema fantascientifico diventa nuovo nelle mani di uno scrittore che sappia il fatto suo. Così in questo affascinante romanzo vediamo come un essere umano, nudo e disarmato più di Robinson, impari a poco a poco a cavarsela nella più feroce e spettacolosa giungla che sia mai stata descritta, e come le sue peripezie finiscano per costituire un perfetto “manuale per sopravvivere su un mondo abitato da insetti mostruosi”

Murray LeinsterMURRAY LEINSTER È uno dei fondatori della sf classica americana. Nato in Virginia nel 1896 e scomparso nel 1975, ha esordito in campo fantascientifico con “Il grattacielo impazzito” (The Runaway Skyscraper), un racconto del 1919. Popolare in molti generi di narrativa, ha dato notevoli contributi alla science fiction con Bivi nel tempo (Sidewise in Time, romanzo breve del 1934), Il pianeta dimenticato (The Forgotten Planet, 1954, ricavato dalla fusione di alcuni racconti precedenti), Piattaforma spaziale (Space Platform, 1953), Un dottore fra le stelle (Doctor to the Stars, 1964), L’incubo sul fondo (Creatures of the Abyss, 1961) e altri ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*