Crea sito

Edicola – Urania Agosto 2017

Urania Collana 1645 – Kiteworld: Il mondo degli aquiloni

COP_urania_1645-coverLe sentinelle – un corpo di esploratori che sorveglia le Badlands dai pericoli di una razza di mostri – si muovono su perfezionatissimi alianti che sono in realtà aerei ecologici. I mostri sarebbero mutanti o “semplici allucinazioni”, non creature venute dall’inferno come vuole la leggenda. La razza umana, sopravvissuta a un olocausto spaventoso, si è organizzata ancora una volta in rigide caste e culti. Da chi può venire la speranza, in queste Terre malvagie? Da chi ha la vista lunga e, volando sugli “aquiloni”, riesce a vedere oltre i ristretti confini di un mondo martirizzato. Nel capolavoro di Keith Roberts, torna il pericoloso futuro di un pianeta deciso a difendersi per ricominciare a vivere.

KEITH ROBERTS Nato nel 1935 e scomparso nel 2000, è stato uno dei migliori autori della sf britannica tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta. Nei suoi romanzi più noti si affacciano mondi dalla storia alternativa come in Pavana (1966) o trasformati da eventi catastrofici come nell’inedito TheFuries (il suo romanzo d’esordio, 1966) e Il mondo degli aquiloni (Kiteworld, 1985). Restano da citare I tre volti del futuro (The Inner Wheel, 1970), il breve L’amica della tigre (The Tiger Sweater, 1987) e il racconto “Weihnachtsabend” (1977), un capolavoro del genere ucronico.

———————————————————-

Urania Collezione 175: Abisso del passato | Alba eterna

COP_urania_coll_175_coverIn questo volume speciale di “Urania Collezione” presentiamo il ciclo completo della Città eterna. Nel primo romanzo, il classico di L. Sprague de Camp Abisso del passato, un uomo del presente si trasferisce all’epoca della caduta dell’impero romano per vedere se sia possibile attenuare l’impatto catastrofico di quell’avvenimento. “Abbreviare il periodo di buio”, insomma, proprio come volevano fare gli psicostorici di Asimov. In Alba eterna, prequel di quell’avventura scritto da David Drake, torna il tema della civiltà romana ma questa volta non in decadenza, anzi all’epoca della sua fondazione. L’eroina, qui, è una giovane catapultata al tempo di Romolo e Remo, che hanno bisogno di una mano per compiere il loro destino di fondatori dell’Urbe. Ma come il lettore vedrà presto, né la fondazione né il crollo dell’impero sono esenti da aspetti decisamente fantascientifici.

L. SPRAGUE DE CAMP Nato nel 1907 e morto nel 2000, Lyon Sprague de Camp è stato una colonna della fantascienza americana fin dai tempi di “Astounding” e “Unknown” negli anni Quaranta. In seguito è diventato popolare con i racconti del ciclo dei “Viagens Interplanetarias” (Creatori di continenti, 1953; Il pianeta dei folli, 1966) e con il ciclo fantasy dell’Incantatore incompleto, raccolto ne Il castello d’acciaio (1941-’53). Abisso del passato è un romanzo del 1939, cui ha dato un prequel DAVID DRAKE, nato nel 1945 e autore di vari romanzi in proprio.

———————————————————-