Crea sito

Edicola – Urania Agosto 2016

Urania 1633: Astronave ammiraglia

Urania-coverLa Repubblica è una vasta federazione interstellare di cui fa parte anche la razza umana, pur non essendo in posizione dominante. Il pianeta-chiave della Repubblica è Deluros VIII, sede della più complessa macchina politica e militare mai vista nella storia della galassia. Il comandante Wilson Cole, ingiustamente accusato di ammutinamento e ribelle di fatto, dirige la prua della sua ammiraglia su Deluros VIII per motivi che è facile capire. Se la Repubblica si sta trasformando in un’opprimente dittatura, Deluros è il mondo da raggiungere per rovesciare la situazione. Ma a questi tipici elementi da space opera Mike Resnick ne aggiunge altri da par suo: personaggi come la Valchiria, David Copperfield, Sharon Blacksmith e tutto l’equipaggio dell’astronave Teddy R. formano un gruppo di eroi che i lettori non dimenticheranno neppure fra tremila anni, quando la minaccia dei Teroni e altre insidie si addenseranno sui mondi dell’uomo, puntualmente descritte in questa cronaca immaginifica del 1970 E.G. MIKE RESNICK Nato a Chicago nel 1942, ha vinto cinque volte lo Hugo e una volta il premio Nebula. “Urania” ha pubblicato suoi romanzi come Purgatorio: storia di un mondo lontano (n. 1253), Inferno (n. 1257), Il killer delle stelle (n. 1449) e il ciclo di Wilson Cole: Gli ammutinati dell’astronave (n. 1579), I pirati e l’astronave (n. 1591), Astronave

MIKE RESNICKMIKE RESNICK Nato a Chicago nel 1942, ha vinto cinque volte il premio Hugo e una volta il Nebula. Di lui “Urania” ha pubblicato romanzi come Purgatorio: storia di un mondo lontano (n. 1253), Inferno (n. 1257), Il killer delle stelle (n. 1449), Gli ammutinati dell’astronave (n. 1579) e I pirati e l’astronave (n. 1591). È il curatore della rivista “Galaxy’s Edge”

———————————————————-

Urania Collezione 163: Marziani, andate a casa!

Brown-coverLa più famosa invasione dei marziani, dopo quelle di H.G. Wells e Orson Welles, si scatena per colpa dello scrittore Luke Devereaux. Non ci sono state avvisaglie del pericolo e nemmeno sospetti: l’anno è cominciato bene, Devereaux non è più squilibrato del solito e all’inizio l’invasione non preoccupa nessuno. Ma la presenza di una sconfinata legione di “vicini di casa” verdastri, piccoli come gnomi, curiosi e dispettosi, capaci di infilarsi dappertutto e di spiare giorno e notte, in casa e al bar, al bagno e in ufficio, fa presto esplodere la paranoia. Il vittimismo. La schizofrenia. La Terra – Luke Devereaux compreso – è in balia dell’Invasione Immaginaria, la più subdola e pericolosa. Un classico sempreverde… ops!

FREDRIC BROWN FREDRIC BROWN Nato nel 1906 e morto nel 1972, è stato un prolifico romanziere americano, noto sia per i suoi sorprendenti romanzi a intreccio (gialli e suspense, di fantascienza o autobiografici) sia per i celebri racconti brevi, il più famoso dei quali è forse “Sentinella”. Negli anni Trenta e Quaranta ha scritto soprattutto short stories, passando al romanzo nel dopoguerra con un memorabile noir, The Fabulous Clipjoint (Il sangue nel vicolo, 1947), per cui vinse il premio Edgar Allan Poe. I suoi personaggi più famosi sono la coppia di investigatori Ed e Am Hunter, tornati in numerosi romanzi dopo Il sangue nel vicolo. I romanzi di fantascienza sono: Assurdo universo (“Urania Collezione” n. 16), Marziani, andate a casa!, Il vagabondo dello spazio (n. 135), Progetto Giove e Gli strani suicidi di Bartlesville. Mondadori ha edito la raccolta completa dei racconti di sf di Fredric Brown, Cosmolinea B-1 e Cosmolinea B-2, ristampata anche nella collezione “Millemondi” (nn. 62 e 63).