I Classici della SF: “Crociata spaziale” (The High Crusade, 1960) di Poul Anderson

Nel 1345, Sir Roger, Barone de Tourneville, si sta preparando per unirsi al suo re nella guerra contro la Francia quando nelle vicinanze del villaggio inglese di Ansby atterra un’astronave aliena. Si tratta di una nave scout Wersgorix il cui equipaggio si aspetta di terrorizzare i primitivi terrestri. In realtà, la paura spinge gli umani ad attaccare gli alieni, uccidendone … Continue reading

Recensione: “La signora degli scarafaggi” & “La stanza vuota” (Fun With Your New Head, 1968 & Getting into death and other stories, 1976) di Thomas Disch

“Appassionati di fs tecnologica o space opera astengansi”. Tra un “Micronauti in giardino” e “Gli uomini di Vroob”, Urania nel ’78 riusciva a presentare una doppia antologia di uno degli autori più “difficili” della fantascienza, fino ad allora monopolio di Galassia nella gestione Curtoni-Montanari (ma Urania aveva già pubblicato il suo ottimo romanzo d’esordio, “Gomorra e dintorni”). L’accoppiamento dell’antologia di … Continue reading

Recensione: “Cronache di Mondo9” (2015) di Dario Tonani

E’ un pianeta desertico, letale, una sconfinata distesa di sabbie velenose. Nel corso dell’evoluzione i suoi abitanti si sono applicati a una sola arte, la meccanica, rendendolo il regno delle macchine, del metallo e della ruggine. Eppure Mondo9 vive su una fiorente attività di commerci: titanici veicoli a ruote, grandi come bastimenti e governati da decine di uomini, solcano i … Continue reading

Recensione: “To self or not to self” (2016) di Alessandro Forlani

Luca è un giovane e rampante cronista di guerra con un portfolio di reportage a colpi di selfie e hashtag. Ingaggiato dalla prestigiosa “Virtual People”, il suo primo incarico sarà gettarsi in una guerriglia urbana a Lissone scatenata dalle Brigate Pentastrali Bauscia. Alessandro Forlani, uno dei più peculiari autori del panorama fantascientifico italiano, ci porta col suo stile inimitabile in … Continue reading

I Classici della SF: “Il pianeta dimenticato” (Forgotten Planet, 1954) di Murray Leinster

Gli esseri umani hanno colonizzato molti pianeti della galassia. Quando un pianeta è inabitabile ma ha un potenziale interessante comincia a essere “seminato” per rendere le condizioni adatte. Nel corso dei millenni molti pianeti sono stati resi abitabili ma in un caso la documentazione è andata perduta e il processo si è interrotto. Quando un’astronave si guasta e i sopravvissuti … Continue reading

Recensione: “Giochi di Società” (1970) di J.Williamson, Norman Spinrad, M.A.De Ford, H.Norris, R.Scott

Come c’è lo scienziato pazzo, così ci sono il politico e il sociologo pazzi. Come allo scienziato piace “giocare con l’atomo”, così ai sociologi e politici piace “giocare con la società”. Quale dei due giochi è più pericoloso? Questa antologia non pretende di rispondere all’interrogativo, ma cerca solo di suggerire una certa prudenza quando, per esempio, il Sociologo-Capo ci porta … Continue reading

Recensione: “La casa della vita e della morte” (1971) di I.Asimov, E.Pangborn, R.Scott, R.Zelazny, S.Guy Oliver

La storia di Asimov che apre questa antologia con un delitto perfetto, è un classico esempio di FS “poliziesca”. Il racconto che segue rientra in pieno diritto nella tradizione della FS “teratologica” (o dei mostri). Mentre il terzo è senz’altro classificabile come FS “di spionaggio”. Ma a che specie di FS appartiene la pazzesca storia di Zelazny che chiude il … Continue reading

Recensione: “Zardoz” (1974) di John Boorman & Bill Stairs (inedito in Italia)

Titolo: Zardoz | Autori: John Boorman & Bill Stairs | Anno di pubblicazione: 1974 | Novellizzazione del film Zardoz diretto da John Boorman (1974) | Inedito in Italia | Per tutte le edizioni del romanzo clicca QUI Tra il 1969 e il 1970 il regista inglese John Boorman propose un adattamento della trilogia IL Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien … Continue reading

Speciale P.K.Dick – “Deus Irae” (Deus Irae, 1976)

Ci sono e ci sono stati scrittori di fantascienza che amano le collaborazioni, cioè scrivere un racconto o un romanzo insieme a un loro collega. Mi viene in mente quella grande coppia di geniali artigiani della scrittura, Henry Kuttner e Catherine Lucille Moore, marito e moglie entrambi scrittori di fantascienza, fantasy, gialli. Lui, per esempio, cominciava un racconto la sera … Continue reading

Recensione: “Otto racconti” (1963) di James Graham Ballard e Arthur C. Clarke

Crediamo di far cosa gradita ai lettori presentando qui, una accanto all’altra, due diverse facce della fantascienza: i quattro racconti di Arthur Clarke, tutti recentissimi, confermano ancora una volta la sua vena di lucido e drammatico cronista di avventure spaziali; mentre Ballard, l’astro nascente della F.S. inglese, ci propone quattro gelidi e indimenticabili tipi di follie, da quella privata di … Continue reading