Recensione: “Jack Barron e l’eternità” | “Jack Barron Show” (Bug Jack Barron, 1969) di Norman Spinrad

“Scocciate Jack Barron” è un talk show televisivo di grande successo, con un’audience attorno ai cento milioni di telespettatori. Il suo conduttore Jack Barron manda in onda telefonate del pubblico, che può manifestare lamentele di vario tipo. Esse rappresentano spunti per attaccare vari personaggi potenti, il motivo per cui Barron è generalmente amato dalla gente e odiato dai politici. Benedict … Continue reading

I Classici della SF: “Il telepate “ | “Il telepatico” | “Sogna, Superuomo!” (The Whole Man, 1959) di John Brunner

Gerald Howson ascolta per caso la conversazione tra due piccoli gangster e si accorge di aver “capito” molto di più di quello che i due hanno detto a parole. Visioni improvvise, misteriosi avvertimenti, esperienze condivise lo avviano per una strada pericolosa ma ricca di scoperte, perché adesso Howson sa che può leggere nel pensiero. Sotto la guida di altri telepati … Continue reading

Recensione: “Il cervello verde” (The Green Brain, 1966) di Frank Herbert

In un mondo sovrappopolato, che cercava spazio vitale nella giungla, l’Organizzazione Ecologica Internazionale sterminava sistematicamente dei voraci insetti che rendevano inospitali quelle zone. Uomini come Joao Martinho e i suoi aiutanti usavano bombole schiumogene mortali e nuove armi a vibrazione per ripulire l’inferno verde del Mato Grosso. Ma, per ragioni sconosciute, le aree già disinfestate completamente incominciarono a essere di … Continue reading

I Classici della SF: “City” | “Anni senza fine” (City, 1952) di Clifford D. Simak

In City (già pubblicato su “Urania” con il titolo Anni senza fine) assistiamo al lento declino della specie umana, simboleggiata dalla famiglia Webster per innumerevoli generazioni, dall’anno 2000 al 20000. All’abbandono da parte dell’uomo delle città, divenute ormai un relitto di epoche preistoriche. All’inizio della civiltà canina prefigurata da Nathaniel, il primo Cane parlante, che insieme all’altro grande amico dell’uomo, … Continue reading

Recensione: “Il verde di Marte” (Green Mars, 1993) di Kim Stanley Robinson

Nei decenni dopo la rivoluzione del 2061 su Marte continuano le operazioni di terraformazione e arrivano sempre più coloni. Le idee sul futuro del pianeta continuano a essere diverse all’intero dei sopravvissuti tra i Primi Cento e ancor di più con gli interessi terrestri mirati allo sfruttamento delle risorse locali. Una nuova generazione di veri marziani viene allevata, alcuni di … Continue reading

Recensione: “Pulphagus®: Fango dei cieli” (2015) di Lukha B. Kremo

Erewhon è un planetoide in orbita sublunare meglio conosciuto con il nome commerciale Pulphagus®. Non si tratta di un semplice corpo celeste roccioso perché vi sono presenti sostanze corrosive e soprattutto sostanze semiorganiche che lo rendono un’entità unica. Si può stare sulla sua superficie solo con una speciale tuta protettiva eppure lì c’è una colonia, composta in particolare da dipendenti … Continue reading

I Classici della SF: “2001: Odissea nello spazio” (2001: A Space Odyssey, 1968) di Arthur C. Clarke

Guarda-la-Luna e il suo gruppo di ominidi sopravvivono a stento nella savana mangiando le poche radici e bacche che trovano. La presenza di altri ominidi nell’area rende la loro situazione ancor più difficile finché un giorno l’apparizione di un monolito cambia tutto. Guarda-la-Luna e gli altri ominidi del suo gruppo imparano nuove cose che permettono loro di dominare il territorio. … Continue reading

I Classici della SF: “Guerra al grande nulla” (A Case of Conscience, 1958) di James Blish

Nel 2049 una spedizione umana è sul pianeta Lithia, dove l’ambiente non è adatto agli esseri umani ma esiste una specie intelligente che ha sviluppato una civiltà completamente diversa da tutte quelle apparse sulla Terra. Nonostante le tante differenze biologiche e culturali, gli umani riescono a stabilire relazioni amichevoli con i Lithiani. Il biologo della spedizione umana, Padre Ramon Ruiz-Sanchez, … Continue reading

Recensione: “I.N.R.I. | Ecce Homo” (Behold the man, 1969) di Michael Moorcock

Karl Glogauer viaggia in una macchina del tempo per arrivare in Palestina nel 28 D.C. alla ricerca di Gesù. La macchina si sfascia in un arrivo alquanto violento e Karl viene soccorso da un gruppo di Esseni. Riesce quindi a trovare Giovanni il Battista, che è un loro leader, ma sembra che nessuno conosca Gesù. Karl si mette alla ricerca … Continue reading

Recensione: “Chiusi dentro” (Lock In, 2014) di John Scalzi

Chris Shane sta iniziando la sua carriera come agente dell’FBI con la difficoltà di essere una delle moltissime persone affette dalla sindrome di Haden. Incapace di controllare il suo corpo, si muove indirettamente nel mondo controllando un robot grazie a un impianto neurale. Ciò gli dà una prospettiva unica in casi che coinvolgono altre persone affette dalla stessa sindrome. Il … Continue reading