Crea sito

BEST OF Robert Sheckley

Chesley Bonestell-[6]

Sheckley30x19Robert Sheckley (New York, 16 luglio 1928 – Poughkeepsie, 9 dicembre 2005) è stato un autore di fantascienza statunitense, particolarmente noto per i tonisatirici e paradossali delle sue opere. Sheckley è stato insignito del titolo di Author Emeritus da parte della Science Fiction and Fantasy Writers of America nel 2001. Robert Sheckley nacque in una famiglia ebraica di Brooklyn, New York: il padre è polacco (Sheckley è l’americanizzazione di Shekowsky) e la madre lituana. Nel 1931 la famiglia si trasferisce a Maplewood, nel New Jersey. Sheckley frequentò la Columbia High School, dove scoprì la fantascienza. Si diplomò nel 1946 e se ne andò in California con l’autostop lo stesso anno. Lì intraprese diversi mestieri: giardiniere, venditore ambulante di pretzel, barman, lattaio, magazziniere, e operaio in un laboratorio di cravatte dipinte a mano. Infine, sempre nel 1946, si arruolò nell’Esercito degli Stati Uniti e venne inviato in Corea. Durante il servizio militare fu redattore di un giornale dell’esercito, furiere e chitarrista in una banda dell’esercito. Si congedò nel 1948. Sheckley quindi frequentò la New York University, dove conseguì la laurea breve nel 1951. Lo stesso anno si sposò per la prima volta con Barbara Scadron. La coppia ebbe un figlio, Jason. Sheckley lavorò in una fabbrica aeronautica come assistente metallurgico per un breve periodo, ma il suo esordio come scrittore giunse presto: alla fine del 1951 vendette il suo primo racconto, Final Examination, alla rivista Imagination. La sua reputazione si consolidò rapidamente, con la pubblicazione di racconti su Imagination, Galaxy Science Fiction, e altre riviste di fantascienza. Negli anni Cinquanta vennero pubblicati i primi quattro libri dello scrittore: le raccolte di racconti Untouched by Human Hands (Ballantine, 1954), Citizen in Space (1955), ePilgrimage to Earth (Bantam, 1957), più un romanzo, Anonima Aldilà (inizialmente pubblicato a puntate su Galaxy nel 1958). Sheckley e Scadron divorziarono nel 1956. Lo scrittore sposò allora la giornalista Ziva Kwitney nel 1957. La coppia di sposi novelli visse nel Greenwich Village. Loro figlia, Alisa Kwitney, nata nel 1964, sarebbe successivamente diventata una scrittrice di successo. Elogiato dal critico Kingsley Amis, Sheckley vendeva molti dei suoi agili racconti satirici anche a riviste non di genere, come Playboy. In aggiunta ai suoi racconti di fantascienza, negli anni Sessanta Sheckley iniziò a scrivere narrativa gialla. Altre raccolte di racconti e romanzi apparvero negli anni Sessanta, e nel 1965 uscì nelle sale l’adattamento cinematografico di uno dei primi racconti dell’autore, La decima vittima, diretto da Elio Petri e interpretato da Marcello Mastroianni ed Ursula Andress. Sheckley trascorse la maggior parte degli anni Settanta a Ibiza. Divorziò dalla Kwitney nel 1972 e nello stesso anno sposò Abby Schulman, che aveva conosciuto nell’isola spagnola. La coppia ebbe due figli, Anya e Jed. Nel 1980 lo scrittore tornò negli Stati Uniti per assumere il ruolo di responsabile della narrativa di una neonata rivista, Omni. Sheckley lasciò OMNI nel1981 con la sua quarta moglie, Jay Rothbell, e successivamente viaggiò con lei in Europe, stabilendosi infine a Portland, nell’Oregon, dove si separarono. Sposò allora Gail Dana di Portland nel 1990, ma al momento della sua morte i due non vivevano insieme. Sheckley continuò a pubblicare altre opere di fantascienza, e gialli, e collaborò con gli scrittori Roger Zelazny e Harry Harrison. Durante una visita in Ucraina nel 2005 per la Settimana del computer e della fantascienza ucraina, un evento internazionale per scrittori di fantascienza, Sheckley si ammalò e dovette essere ricoverato in un ospedale di Kiev, il giorno 27 aprile. Le sue condizioni di salute sembrarono assai gravi per una settimana, ma parvero in seguito migliorare. Il sito web ufficiale di Sheckley lanciò una sottoscrizione per aiutare lo scrittore a pagare le spese mediche e tornare in patria. Sheckley si stabilì nel nord della Dutchess County, nello stato di New York, in modo da essere vicino alle figlie Anya e Alisa. Il 20 novembre venne operato per un aneurisma cerebrale. Sheckley morì in un ospedale di Poughkeepsie, nello stato di New York il 9 dicembre 2005.

-[6][4]

ROMANZI

Journey of JoenesI TESTIMONI DI JOENES (Journey of Joenes, 1964)

Queste future quanto preoccupanti testimonianze sulla vita di Joenes il Viaggiatore, sono una delle opere fondamentali della “fantascienza sociologica” degli anni ’60. Ma da allora l’attualità di questo romanzo non ha fatto che aumentare, conformemente alle previsioni di Sheckley e dello stesso protagonista. Non per niente il giovane Joenes, partito con lo scopo di conoscere il mondo, finisce per diventarne il più grande e ascoltato profeta. Ecco, per comodità del lettore, le tappe del suo mitico itinerario:1. Partenza – 2. Incontro con Lum – 3. Commissione d’inchiesta – 4. In giudizio – 5. Joenes, Watts e il poliziotto – 6. Incontro con i tre camionisti – 7. Arrivo in manicomio – 8. Entrata all’università – 9. Contatto con gli utopisti – 10. Entrata al governo – 11. Avventure nell’Ottagono – 12. Storia russa – 13. La guerra – 14. Nell’esercito – 15. Ultimo viaggio.

ucl79GLI ORRORI DI OMEGA (The Status Civilization, 1960)

Omega è un pianeta-penitenziario. I ribelli, i refrattari, i criminali, i non-conformisti, tutti coloro che sulla Terra disturbano l’equilibrio della società, vengono spediti su Omega e qui lasciati in piena libertà. Nessuna prigione, niente celle, sbarre, carcerieri. Si fa in modo che i galeotti non possano mai abbandonare il pianeta: per il resto, si regoleranno a loro piacere. Ma quali regole possono evolversi in un mondo del genere? Sheckley, il più swiftiano degli scrittori di fantascienza, s’è qui sbizzarrito nei suoi pirotecnici capovolgimenti, nel suo lampeggiante gioco di specchi, e ci ha dato una favola “morale” in bilico tra l’incubo e la beffa, tra la sferzata satirica e le peripezie a rottadicollo.

Anonima aldilàANONIMA ALDILA’ (Immortality Inc., 1958)

Le ingiustizie di questo mondo saranno infinite, ma non illudetevi che l’aldilà sia uno specchio di equità e candore. No, se vi chiamate Thomas Blaine e ripensate alle circostanze della vostra morte con l’imparzialità che merita un argomento così solenne, vi accorgerete che persino in quell’occasione hanno trovato il modo di fregarvi. Ma, se vi chiamate Thomas Blaine e vi trovate, in carne ed ossa, un passo oltre la fatale soglia, avete ancora la possibilità di giocare una mano e rovesciare le carte avverse. Attenzione, però: anche se condita di humour e delle scintillanti invenzioni di Robert Sheckley, è pur sempre una partita pericolosa, ricca di tranelli e insidie. Ed è l’ultima…

ucl73SCAMBIO MENTALE (Mindswap, 1966)

Il giovane Marvin Flynn, abitante di una monotona cittadina americana, si regala infine una costosa esperienza di viaggio. Tramite un’agenzia specializzata, la sua mente verrà spedita su Marte e allacciata dentro il corpo di un marziano, che a sua volta s’installerà nel corpo di Marvin sulla Terra. Ma il marziano è un truffatore, e la mente di Marvin viene a trovarsi senza una sede e con poche ore di vita davanti a sé. Comincia allora una frenetica odissea attraverso i più strani corpi “di fortuna”, i più strani mondi, le più strane avventure; e comincia un fulminante repertorio di “generi” letterari e situazioni romanzesche classiche, dal sentimentale al passionale, dal western allo storico al poliziesco. Le peripezie scattano una dopo l’altra, mutano attori, costumi, dialoghi, stili; finché comprendiamo di avere tra le mani il primo romanzo concepito e governato da un ironico, assurdo, prodigioso telecomando.

ucl149OPZIONI (Options, 1975)

Alla voce Opzione, il dizionario riporta la seguente spiegazione: Libera scelta fra due termini di un’alternativa, specialmente in materia di cittadinanza. E anche: scelta; facoltà di scegliere fra due o più soluzioni. Ed è quanto dovrebbe fare il povero eroe di questo quasi dimenticato minicapolavoro di uno fra i più spumeggianti autori di fantascienza, quel Robert Sheckley cui tanto deve questo genere letterario. Purtroppo il protagonista del romanzo ha poco da scegliere, perché il destino cinico e baro, oltre ad avergli messo fra i piedi un robot a forma di scatolotto ha anche già deciso per lui, ovvero che la sua unica opzione sia quella di avanzare, solo e tremebondo, nelle assolate distese di Harmonia, un pianeta che più disarmonico di così non potrebbe essere. A seconda, ovviamente, dei punti di vista.

ucl50IL DIFFICILE RITORNO DEL SIGNOR CARMODY (Dimension of Miracles, 1968)

Il romanzo di peripezia o di “ricerca” è molto frequente nella fantascienza; e a dire la verità, il congegno narrativo dell’eroe cui ne succedono di tutti i colori mentre viaggia verso una meta lontana, è all’origine stessa, con Ulisse, della letteratura occidentale. Ma questo signor Carmody, americano d’oggi cui succede di trovarsi scaraventato nel mezzo addirittura dell’universo, e di non riuscire più a ritrovare la piccola Terra fra miliardi di miliardi di mondi, ha ben poco dell’eroe. Fa pensare semmai ai personaggi di Woody Allen, a quei candidi e un po’ isterici produttori di paradossi e fulminanti battute, schiacciati tra una logica stralunata e una rigorosa follia. Conversazioni con un ingegnere edile che fabbrica pianeti in economia; dotte dispute con Dio; divagazioni con un dinosauro filosofo; rapporti amorosi con una città troppo possessiva; e la persistente compagnia di un Premio proteiforme e chiacchierone, che fa a Carmody da maestro, maggiordomo, consulente e fratello maggiore. Un gioiello in quel genere raro che è la fantascienza “pazzesca”. Uno dei mondi più rutilanti e vertiginosi del sistema Sheckley.

RACCONTI

UN BIGLIETTO PER TRANAIIL BIGLIETTO PER TRANAI (A Ticket to Tranai, 1955 – Racconto lungo)

..Se un giorno incontrerete un vecchio spaziale dalla faccia di falco, con gli occhi grigi e penetranti, ascoltate pure le sue storie, perchè saranno sempre divertenti e istruttive… ma non credete una sola parola di quello che vi racconterà su Tranai, il pianeta benedetto!

 

 

LA DECIMA VITTIMALA DECIMA VITTIMA 

  • La decima vittima (ANTOLOGIA, Seventh Victim, 1954)
  • Il premio del pericolo (RACCONTO, The Prize of Peril, 1958)
  • Il linguaggio dell’amore (RACCONTO, The Language of Love, 1957)
  • Uccello da guardia (RACCONTO, Watch Bird, 1953)
  • La scialuppa ammutinata (RACCONTO, The Lifeboat Mutiny, 1955)
  • L’armatura di flanella grigia (RACCONTO, Gray Flannel Armor, 1957)
  • Potenziale (RACCONTO, Potential, 1953)
  • L’uomo impigliato (RACCONTO, The Impacted Man, 1952)
  • Se il rosso uccisore (RACCONTO BREVE, If the Red Slayer, 1959)
  • Modello sperimentale (RACCONTO BREVE, Early Model, 1956)
  • Nugent Miller e le ragazze (RACCONTO, The Girls and Nugent Miller, 1962)
  • Stagione morta (RACCONTO BREVE, The Slow Season, 1954)
  • Pellegrinaggio alla Terra (RACCONTO, Pilgrimage to Earth, 1957)
  • La decima vittima (RACCONTO, Seventh Victim, 1953)

AAA ASSO DECONTAMINAZIONI INTERPLANETARIEAAA ASSO DECONTAMINAZIONI INTERPLANETARIE 

  • Fantasma cinque
    Ghost V (1954)
  • La chiave manchina
    The Laxian Key (1954)
  • Gabbia per scoiattoli
    Squirrel Cage (1955)
  • Un affare di tutto riposo
    Milk Run (1954)
  • L’ammutinamento della scialuppa
    The Lifeboat Mutiny (1955)
  • Tutto quel che serve
    The Necessary Things (1955)
  • Il castello degli spettri
    The Skag Castle (1956)
  • Specialista
    Specialist (1953)
  • Mun Mun
    Shall We Have a Little Talk? (1965)
  • S’alza un vento
    A Wind is Rising (1957)
  • Armatura di flanella grigia
    Grey Flannel Armor (1957)
  • Sprezzo del pericolo
    The Prize of Peril (1958)
  • Il magazzino dei mondi
    The Store of the Worlds (1960)
  • Scacco Matto
    Fool’s Mate (1953)
  • Oracolo
    Ask a Foolish Question (1953)
  • Nuova invasione
    Keep Your Shape (1953)
  • Requien automatico
    Beside Still Waters (1954)
  • La città premurosa
    Street of Dreams, Feet of Clay (1968)
  • Giardiniere di uomini
    Plague Circuit (1971)
  • Raddoppio
    The Same to You Doubled (1970)
  • Cipolle e carote
    Cordle to Onion to Carrot (1969)
  • Il dottor Zombie e i suoi piccoli amici pelosi
    Doctor Zombie and His Little Furry Friends (1971)
  • Parola d’ordine
    The Cruel Equations (1971)
  • La grattatina
    Starting from Scratch (1970)
  • Lo mnemone
    The Mnemone (1971)
  • Viaggio organizzato
    Tripout (1971)
  • Note sulla percezione delle differenze immaginarie
    Notes on the Perception of Imaginary Differences (1971)
  • Allucinazioni
    Down the Digestive Tract and Into Cosmos with Hantra, Tantra and Speckle Bang (1971)
  • Il padrone, il cameriere e il cliente
    Pas de Trois of the Chef and the Waiter and the Customer (1971)
  • Aspetti di Langranak
    Aspects of Langranak (1971)
  • Sente qualcosa quando faccio così?
    Can You Feel Anything When I Do This? (1969)

ucl11MAI TOCCATO DA MANI UMANE 

  • Mai toccato da mani umane
    Untouched by human hands
  • Pellegrinaggio alla Terra
    Pilgrimage to Earth
  • La montagna senza nome
    The mountain without a name
  • Clandestino
    Deadhead
  • I mostri
    The monsters
  • La settima vittima
    Seventh victim
  • Criminali cercansi
    Skuling permit
  • L’accademia
    The Academy
  • Il catalogo delle mogli
    Human Man’s burden